11/01/2021
Largo Consumo 12/2020 - Notizia breve - pagina 2 - 1/2 pagina - Luca Salomone
Le copertine di Largo Consumo

Beccafichi (Università dei Sapori): «In Italia manca cultura della nutrizione»

Beccafichi (Università dei Sapori): «In Italia manca cultura della nutrizione»

Quattro adulti su dieci in Italia tra i 18 e i 69 anni, secondo uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità, si trovano complessivamente in uno stato di sovrappeso o di obesità ma soltanto una metà degli individui ha dichiarato di avere ricevuto dal proprio medico il consiglio di perdere peso.

Poiché sovrappeso e obesità sono sempre, secondo lo studio, più frequenti fra persone con difficoltà economiche e fra chi ha un basso livello di istruzione, potrebbero essere queste le caratteristiche che, unitamente alla scarsa consapevolezza dei cittadini nei confronti della loro salute, generano nei medici una così scarsa attenzione al fenomeno?

Risponde:

Maurizio Beccafichi, Development manager Università dei Sapori

«Nel nostro Paese c’è una grave mancanza di cultura della nutrizione. Non si prende atto che un bambino obeso, quasi sicuramente, sarà un adulto che dopo i cinquant’anni potrà sviluppare patologie gravi, come cardiopatie, diabete, problemi all’apparato muscolo-scheletrico e altre, tali da rappresentare un costo insostenibile (non a lungo termine, ma, a questo punto, a breve) per il nostro Ssn e, più in generale, per il sistema Italia».

Argomenti

Citati in questo articolo:
beccafichi maurizio, Università dei Sapori