31/08/2020
Largo Consumo 7-8/2020 - Approfondimento - pagina 128 - 1 pagina - Pescarmona Stefania
Finanziamenti

Bond o minibond, a ciascuno il suo

Bond o minibond, a ciascuno il suo

Per compensare gli effetti negativi della pandemia da Covid-19, le aziende italiane fanno provvista di liquidità e sui mercati si assiste a un’impennata di emissioni di corporate bond che toccano livelli mai visti prima. Nello stesso tempo, anche i minibond fanno registrare una tendenza simile, mettendo a segno record su record. Con una differenza: i tassi. Procediamo per ordine. Nel 2019 le aziende italiane hanno collocato sul mercato 27,4 miliardi di euro di obbligazioni, in aumento quasi dell’80% rispetto al 2018. L’andamento è proseguito anche quest’anno: nei primi 6 mesi del 2020, infatti, il valore delle emissioni ha già toccato quota 14,5 miliardi. Anche i minibond hanno messo il rally. Il blocco delle attività produttive, che ha messo in seria difficoltà molte imprese, ha favorito infatti i minibond, che si sono dimostrati una provvista di liquidità immediata. Secondo l’Osservatorio minibond della School of Management del Politecnico di Milano, nel 1° semestre 2020 sono state ben 86 le emissioni collocate, contro le 50 dello stesso periodo del 2019, con una crescita del 72%, e anche il controvalore è aumentato, passando da 220,8 a 270,55 milioni di euro (+22%). 

Argomenti

Citati in questo articolo:
Cuniberti Giovanni, Gamma capital markets, ExtraMot Pro Cube, politecnico di milano, Amazon, università di torino, giudici giancarlo