08/07/2020
Largo Consumo 06/2020 - Approfondimento - pagina 24 - 2 pagine - Pautasso Francesca
Spesa alimentare

Boom del retail senza negozi

La sensibile perdita di ricchezza e di reddito delle famiglie italiane, nell’ultimo decennio, ha fatto calare la spesa per i consumi. Ma nell’ambito dei bilanci famigliari hanno tenuto bene gli acquisti di prodotti alimentari, soprattutto quelli salutistici e ittici (a cui fa da contraltare una riduzione di pane e carne) con una decisa e inequivocabile crescita di spesa per la frutta e verdura sia rispetto al totale alimentare che al totale di spesa per i consumi. Altra evidenza dell’ultimo decennio è stata l’evoluzione del commercio al dettaglio in Italia che ha comportato una decisa riduzione dei punti di vendita fisici con la diffusione di altre forme di vendita che operano con modalità non tradizionali come per esempio la distribuzione automatica di prodotti e le vendite on line. Questo è ciò che emerge dal Rapporto 2020 di Confcommercio e Confali intitolato “La spesa alimentare e l’evoluzione del commercio al dettaglio in Italia negli ultimi 10 anni”.

Argomenti

Citati in questo articolo:
Confali, Confcommercio-Imprese per l’Italia, confcommercio, Bella Mariano