14/10/2020
Largo Consumo 9/2020 - Notizia breve di comunicazione d'Impresa - pagina 124 - 2/3 di pagina - Iniziative redazionali speciali
Focus

Carne rossa, l’eccellenza sostenibile made in Uk

Carne rossa, l’eccellenza sostenibile made in Uk

L’agnello britannico torna nei principali supermercati del Paese, per rinnovare e conservare la fiducia degli italiani. Il paesaggio e le condizioni climatiche rendono la Gran Bretagna uno dei luoghi migliori al mondo per la produzione etica e sostenibile di carne di qualità; inoltre, la carne rossa e i latticini del Regno Unito risultano avere gli standard di benessere più elevati a livello mondiale sotto il profilo ambientale.

Manzo e agnello le carni più sostenibili

Una recente pubblicazione, “The facts about British red meat and milk”, ha evidenziato nove falsi miti sulla produzione di carne rossa e latticini e sottolineato l’importanza di questi alimenti ai fini di una dieta sana ed equilibrata. I risultati del documento, con dati scientifici alla mano, sono rassicuranti: manzo e agnello britannici sono tra i più efficienti e sostenibili al mondo, grazie alla vasta disponibilità di terreni adibiti a pascolo naturale. Nel 2017, bovini e ovini hanno rappresentato soltanto il 5,7% delle emissioni totali del Regno Unito, sfatando il falso mito della zootecnia da carne e da latte come principale fonte di emissioni di gas serra. La carne rossa, specialmente quella britannica, è inoltre una delle fonti più ricche di nutrienti essenziali come ferro, zinco e vitamine del gruppo B. Negli ultimi vent’anni ha persino visto ridurre il suo contenuto di grassi. Non sempre i prodotti a base vegetale sostitutivi della carne hanno un impatto minore sull’ambiente: tutto dipende dal ciclo di produzione, dalla gestione delle risorse e delle energie impiegate. Viceversa, secondo l’ultimo rapporto della Commissione Governativa per i Cambiamenti Climatici, le emissioni di gas serra prodotte dalla carne bovina britannica sono pari a circa la metà della media globale.

Attenzione al benessere dell'animale

Quanto al benessere, l’Animal Protection Index ha indicato il Regno Unito tra i quattro Paesi con il voto più alto per l’impegno mostrato nel miglioramento delle condizioni degli animali da allevamento. Tra il 2014 e il 2018 la quantità di antibiotici utilizzati nelle aziende agricole del Paese si è ridotta del 53%. Sono tre i fattori chiave per il successo di questa carne squisita: le razze utilizzate sono da carne e non da latte; il clima di pioggia alternato al sole è perfetto per la crescita dell’erba, che rappresenta la fonte di nutrimento per gli animali; una struttura industriale fra le più moderne al mondo, che permette alla carne di arrivare presso il punto vendita con una ventina di giorni di scadenza. A sostegno del successo del prodotto, nel mese di giugno, dopo il lockdown, è stato registrato un aumento del 170% rispetto all’anno precedente.

AHDB per L’Italia
Jeff Martin
Via Piotti, 4 - 6833 Vacallo - Svizzera
+41 91 683 05 16 +41 79 198 68 51 +39 335 526 3836
martin@dido.net

Argomenti

Citati in questo articolo:
Commissione Governativa per i Cambiamenti Climatici, Animal Protection Index, AHDB per L’Italia