27/10/2020
Largo Consumo 09/2020 - Notizia breve - pagina 17 - 1/2 pagina – Estrapolazione - Ferrini Nicoletta
Gli Speciali Dossier di Largo Consumo: Reputation economy

Carrefour: “Responsabilità sociale come driver strategico”

Carrefour: “Responsabilità sociale come driver strategico”

«Per tutto il gruppo Carrefour la responsabilità sociale negli anni è diventata un vero e proprio driver strategico che ci guida nelle scelte verso tutti gli stakeholder, siano essi i clienti finali, i collaboratori e gli stessi fornitori - spiega Rossana Pastore, direttrice comunicazione esterna, relazioni istituzionali e Csr -. I valori di sostenibilità, diversità e inclusione stanno alla base delle nostre attività quotidiane, contribuendo a rendere gli stessi consumatori più consapevoli. Per Carrefour Italia, la Csr è a tutti gli effetti un indicatore con cui si misura ogni azione per uno sviluppo sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. E si traduce in azioni concrete come quelle che il gruppo sviluppa dal 2019 nell’ambito della strategia commerciale incentrata sulla “Transizione alimentare”, con alla base specifici obiettivi, come: la lotta agli sprechi di ogni genere, la protezione della biodiversità, il supporto ai produttori locali, il sostegno alle realtà più fragili e l’inclusione sociale. Da sempre privilegiamo l’approvvigionamento di prodotti italiani, che rappresentano l’85% della proposta assortimentale dei nostri prodotti a marchio. Italianità e qualità sono alla base di due nostri marchi: Filiera qualità e Terre d’Italia. Sul fronte antispreco abbiamo una collaborazione con To good to go, start up che valorizza i prodotti vicini alla scadenza».

Argomenti

Citati in questo articolo:
Ente Nazionale Sordi, Pastore Rossana, To good to go, Ospedale Santi Paolo e Carlo, Carrefour, Banco Alimentare, medici senza frontiere