26/01/2021
Largo Consumo 01/2021 - Approfondimento di comunicazione d'Impresa - pagina 28 - 1 pagina - Iniz. Redazionali Speciali
L’impresa comunica

Caviro punto di riferimento nella sostenibilità ambientale sociale ed economica

Caviro punto di riferimento nella sostenibilità ambientale sociale ed economica

Cooperativa vitivinicola più rappresentativa del territorio italiano, Caviro nasce nel 1966 a Faenza. Da sempre, l’obiettivo è valorizzare le uve dei soci in una terra ricca di identità e ad alta vocazione vinicola. Con 12.400 viticoltori in 7 regioni e il 10% dell’uva italiana conferita è, di fatto, la cantina più grande d’Italia e prima azienda per volumi di vino prodotti del nostro Paese: solo nello stabilimento di Forlì, oggetto di recenti investimenti sulle linee produttive, si confezionano circa 1,2 milioni di pezzi al giorno che vanno in formati che variano da 0,187 a oltre 2 litri. Grazie alla sua capillare presenza e a una produzione che comprende le principali varietà di uva, Caviro esporta in oltre 70 Paesi una vasta gamma di vini italiani, a partire dallo storico marchio Tavernello, il vino italiano più venduto al mondo. Massima valorizzazione del prodotto dei soci, innovazione, etica e tutela dell’ambiente sono i valori che hanno sempre ispirato la cooperativa: Caviro è in prima linea per la promozione di un modello di produzione sostenibile e a basso impatto ambientale e sociale. Principi cardine dell’operato del gruppo che, oggi, è un vero e proprio modello di economia circolare.