09/12/2020
Largo Consumo 12/2020 - Notizia breve - pagina 24 - 1/2 pagina – Estrapolazione - Payaro Andrea
Osservatorio Intralogistica 2020

Conad-CIA: “L’automazione ha un impatto sociale”

Conad-CIA: “L’automazione ha un impatto sociale”

«Conad è sempre più impegnata nel gestire la multicanalità e la logistica diventa una funzione strategica, al cui interno si stanno affrontando temi solo un lustro fa non considerati: l’automazione, la sostenibilità, l’insourcing e l’e-commerce – afferma Gianni Brasini, direttore organizzazione, supply chain e servizi Conad-CIA -. Tali temi stanno emergendo a causa della trasformazione sociale in atto. Il largo consumo italiano ha impiegato poche soluzioni di stoccaggio o prelievo automatici all’interno nei propri magazzini, per un motivo prettamente economico: il legame tra l’investimento e il suo ritorno, dato il basso costo orario degli operatori. Oggi si fa strada la consapevolezza che l’automazione ha un impatto sociale».

Argomenti

Citati in questo articolo:
Fraunhofer-Gesellschaft, Fraunhofer Italia, Fraunhofer IAO, GEA-Consulenti di direzione, Bureau of Labor Statistics, Unimore, Brasini Gianni, Conad-CIA, Conad Logistics, Niccoli Iacopo, Traversa Maurizio, Ceccantini Andrea, Marchiotto Simone, Gazzola Simone, Pilkington, Conti Marco, Materiale Elettrico Firenze, Ciaschini Luca, Fanelli Paolo, Alascom, Raviglione Luca, Parmigiani Stefano, Metelli Group, Gibertini Alberto, Gigli Massimiliano, goglio, coop italia, Electrolux, largo consumo, università degli studi di parma, modula, fileni, incas, università degli studi di modena e reggio emilia, fochetti massimiliano, teva, zavanella tito, Dematic, intralogistica italia, system logistics, hannover fairs international gmbh, mef, corona mauro, rondi ermanno, zuege andreas, osservatorio intralogistica, Bottani Eleonora, fives intralogistics, Bertolini Massimo, eurofork