08/01/2021
Largo Consumo 12/2020 - Approfondimento - pagina 111 - 1 pagina - Porzio Chiara
Etichettatura

Confezioni chiare sui materiali

Confezioni chiare sui materiali

Nel 2018 il Parlamento e il Consiglio europeo, hanno adottato due direttive: la 2018/851 sui rifiuti e la 2018/852 sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio. L’obiettivo è quello di «adottare misure aggiuntive sulla produzione e il consumo sostenibili, concentrandosi sull’intero ciclo di vita dei prodotti in modo da preservare le risorse», come per esempio il riciclo entro il 2025 di oltre la metà dei rifiuti urbani prodotti e del 65% degli imballaggi. Compito degli Stati membri è convertire le indicazioni emanate dall’Unione in leggi dello Stato e l’Italia lo ha fatto a settembre con il Decreto legislativo 3 settembre 2020 n. 116, entrato in vigore il 26 settembre. Contestualmente all’immissione del Decreto, sono state stabilite le sanzioni amministrative pecuniarie applicabili per il mancato rispetto delle norme introdotte, con particolare riferimento all’iscrizione al Registro nazionale dei produttori e alla mancata o incompleta trasmissione dei dati informativi. Il Decreto 116 introduce poi l’obbligo di etichettatura ambientale dei packaging, che devono quindi indicare la natura deimateriali di imballaggio utilizzati sulla base della decisione 97/129/CE della Commissione e con riferimento alle norme UNI applicabili.

Argomenti

Citati in questo articolo:
Barilla, Conai, Federdistribuzione, Nestlé, Comieco, Istituto italiano imballaggio, Confindustria, Uni, Fontana Simona, Farotto Eliana