03/07/2020
Largo Consumo 06/2020 - Approfondimento - pagina 130 - 1 pagina - Luca Foltran
Economia circolare

Contro l’obsolescenza programmata

«C'è solo un pianeta Terra, eppure entro il 2050 il mondo consumerà come se ce ne fossero 3»: parte così il piano d’azione per l’economia circolare adottato dalla Commissione europea a inizio marzo di quest’anno. Arginare il problema non è affatto impossibile, ma occorre rinunciare al modello di crescita lineare “prendi-produci-usa-getta” tipico della nostra società attuale in favore di un’economia circolare. Al giorno d’oggi molti prodotti si rompono troppo velocemente e non possono essere riutilizzati, riparati o riciclati, oppure sono monouso; fra l’altro solo il 12% delle materie secondarie e delle risorse viene reintrodotto nell’economia. Qual è dunque la soluzione? La Commissione ritiene che si possano spingere i produttori a creare prodotti più duraturi e sostenibili, ad abbandonare la strategia dell’“obsolescenza «C programmata”. Il piano mira proprio a ricompensare i produttori in funzione delle loro prestazioni di sostenibilità, associando incentivi a livelli elevati di prestazione...