28/10/2020
Largo Consumo 09/2020 - Notizia breve - pagina 51 - 1/2 pagina – Estrapolazione - Piovesana Paola
Gli Speciali Dossier di Largo Consumo: Reputation economy

Elior: “Un modello positivo con fornitori, clienti e collaboratori”

Elior: “Un modello positivo con fornitori, clienti e collaboratori”

«Produciamo ogni anno 100 milioni di pasti grazie al lavoro di 12.000 dipendenti ed è importante per noi garantire non solo alimenti sani, sicuri e sostenibili, ma anche avere un impatto positivo sull’ambiente e sulle comunità - spiega Rosario Ambrosino, Ad di Elior -. Il nostro approccio alla responsabilità sociale si declina in azioni concrete attraverso la strategia “Positive foodprint plan”, che coinvolge l’intera catena del valore con lo scopo di creare un modello positivo nel mondo della ristorazione con fornitori, clienti e collaboratori». Il gruppo Elior si è allineato alle sfide globali abbracciando gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite e firmando il Global compact. Le iniziative già messe in campo sul piano dello spreco alimentare, dell’impatto ecologico e del sostegno alle comunità locali sono molte: «Abbiamo per esempio introdotto tra i nostri servizi per la ristorazione aziendale l’erogatore di bevande eco che, grazie alla dotazione ai dipendenti di borracce personali, consente l’eliminazione delle bottiglie in plastica» racconta il manager. L’erogatore è integrato a un’app che consente a ogni singolo utente di ricevere indicazioni sul corretto livello di idratazione e sull’impatto positivo sull’ambiente.

Argomenti

Citati in questo articolo:
poste italiane, Elior, Banco Alimentare, Ambrosino Rosario, winnow