07/12/2020
Largo Consumo 11/2020 - Approfondimento - pagina 61 - 3 pagine - Piovesana Paola
Detergenza casa

Il drug vince la sfida Covid-19

Il drug vince la sfida Covid-19

Le rilevazioni di Federchimica - Assocasa con Nielsen di giugno 2020 confermano come i mesi di emergenza sanitaria abbiano spinto l’andamento del cura casa, passando dal +1,3% del pre-Covid al +17,8% a valore post-fase 1 (dati a maggio 2020). Il virus ha anche condizionato la scelta del format di vendita spostando l’acquisto sul negozio di prossimità: il 21% degli italiani ha cambiato abitudini durante l’emergenza e di questi il 64% lo ha scelto sulla base della vicinanza a casa. Nel pre-Covid il libero servizio segnava - 4,8%, per salire dopo l’emergenza a 36,3%, seguito dai super (29,2%), discount (15,2%), specialisti drug (10,3%) e infine iper (2,7%). Il ventiseiesimo Osservatorio Assocasa a ottobre 2019 già confermava la crescita dei drugstore per il cura casa del 6,4% rispetto ad altre superfici di vendita, e sui segmenti di mercato dell’1% per i detergenti, 48,4% per il bucato, 22,4% per le stoviglie, 29,2% per altri detergenti.

Argomenti

Citati in questo articolo:
Federchimica-Assocasa, Caggiato Mirco, Consorzio In.prof, Alvarez & Marsal, iri, nielsen, sebastiani giacomo, madel, mcbride, freudenberg, fhp di r. freudenberg, realchimica, tigotà, gruppo végé, gs1 italy, freudenberg home and cleaning solutions, sollai carla, vigorita ferdinando, Amantea Matteo Augusto, gruppo dmo, ciatto pericle, qberg