24/03/2021
Largo Consumo 03/2021 - Approfondimento - pagina 65 - 2 pagine - Maria Eva Virga
Cereali

Il riso in mille varianti

Il riso in mille varianti

Il laboratorio di chimica merceologia e biologia molecolare dell’Ente nazionale risi, che effettua periodicamente analisi su diverse tipologie di riso, nel quaderno “La salute in tavola”, redatto in collaborazione con Fondazione Veronesi, già nel 2017 affermava che i risi aromatici italiani e le varietà pigmentate sono in espansione: «Costituiscono una fetta di mercato in espansione gli aromatici italiani: Apollo, Asia, Brezza, Elettra, Febo, Fragrance, Gange, Giano, Giglio e Iarim. Sono caratterizzati dallo sviluppo in cottura di un tipico aroma simile a quello del pop-corn e costituiscono una valida alternativa alle note varietà asiatiche presenti negli scaffali del supermercato. Si evince quindi come il riso lavorato sia particolarmente versatile nella preparazione dei più svariati piatti, dall’antipasto al dolce. È inoltre un alimento ideale per chi pratica sport a livello agonistico», perché «povero di grassi e ricco di carboidrati rapidamente assimilabili dall’organismo. Sempre più utilizzati e consigliati dai nutrizionisti sono inoltre i risi integrali. In quest’ambito sono comprese le varietà pigmentate, rosse (Ermes, Ris Rus) o nere (Venere, Nerone, Artemide)».

Argomenti

Citati in questo articolo:
Consorzio di Tutela del Delta del Po, Ferraris Giuseppe, Ismea, Coldiretti, Riso Scotti, Università di Pavia, Ente Nazionale Risi, Bf, Magazzini Gabrielli, Copa-Cogeca, Fondazione Veronesi, Giacosa Attilio, Policlinico di Monza, Di Gregorio Matteo, Bianchi Sergio, Furini Erica, iperal supermercati