12/04/2021
Largo Consumo 01/2021 - Notizia breve - Pubblicato on line - Redazione di Largo Consumo
Agroalimentare

La svolta del Caat, un nuovo protocollo di legalità per tutelare i lavoratori

La svolta del Caat, un nuovo protocollo di legalità per tutelare i lavoratori

Mentre ogni giorno migliaia di persone prestano servizio al centro agroalimentare di Torino, i vertici del Caat lavorano per redigere un documento che elimini il lavoro nero e i problemi salariali sorti in passato: un nuovo protocollo della legalità per tutelare i lavoratori. A renderlo noto è Marco Lazzarino, presidente del Cda del Caat: “Il tema della legalità è molto sentito, abbiamo predisposto un protocollo alla Prefettura e alle associazioni dei grossisti”. Il documento, una volta approvato, servirà a porre fine ai problemi emersi negli scorsi anni e costati al Caat diverse migliaia di euro. “Con i nuovi contratti il tema è stato risolto. Per quanto riguarda il passato - ha spiegato Lazzarino, arrivato alla guida del centro agroalimentare nel 2017 - nel momento del mio insediamento ho trovato un proliferare di contenziosi che avrebbero potuto portare a gambe all’aria la società”. A riprova della veridicità delle parole del presidente, vi sono i 350.000 euro stanziati a bilancio per fondi di spese legali e restituzioni ai grossisti. Una cifra piuttosto elevata.

Nell'articolo:

  • Merce commercializzata nel 2019 al Centro Agro Alimentare di Torino - Quantitativi totali di merce per tipologia di prodotto