01/07/2020
Largo Consumo 05/2020 - Approfondimento - pagina 62 - 2 pagine - Sabino Cirulli
Creme spalmabili

Più salutari, sempre golose

Più salutari, sempre golose

Appassionano grandi e piccoli, che le scelgono per colazione o spuntino, gustandole nella maniera più disparata. Il comparto delle creme dolci spalmabili è tendenzialmente stabile. I consumatori sono alla ricerca di novità e di alternative più salutari ai prodotti ad alto contenuti di grassi idrogenati e zuccheri e si rivolgono sempre di più verso creme a base di frutta secca con un’alta percentuale della stessa, in cui lo zucchero rappresenta sempre meno l’ingrediente principale. Il mercato è essenzialmente dominato dai primi 3 produttori (Ferrero, Rigoni di Asiago, Elah Dufour) che coprono a valore il l’83,1% del totale, mentre le private label si attestano sul 4,4%. Gli ultimi dati Iri scattano una esaustiva fotografia del comparto: +4,3% pari a quasi 44.000 t vendute e una variazione positiva a valore del +7,5% per 340 milioni di euro. Un settore dove il packaging è determinante. Nel dettaglio si registra un incremento di vaschetta porzionata...

Argomenti

Citati in questo articolo:
bcorp, fereli filippo, braida giuseppe, Barilla, ferrero, mulino bianco, iri, Bounty, nielsen, nutella, rigoni di asiago, loacker, Elah Dufour, zaini, Azimonti Fabrizio, pan di stelle, rossana, twix, giove sebastiano, gandola, licata mariateresa, Damiano, gallo pierluigi